Grexit, Brexit, Isis: 7 anni di crisi

Il Corsera di oggi pubblica un editoriale di F. Giavazzi che si chiede se si è dedicato troppo tempo a discutere del debito greco.

Se si è cioè dedicato troppo tempo a difendere i prestiti dell’UE a un Paese che non vuole riformarsi per modernizzarsi, che si è mangiato lo Stato, ove si è confuso e si continua a confondere il diritto al lavoro con il diritto al salario, ove il popolo sovrano ha premiato il populismo estremo di personaggi tanto creativi quanto arroganti che continuano a prendere in giro i partner europei, sfoggiando la parte peggiore della cultura millenaria di cui sono portatori e cui siamo tutti debitori.

Sulla Stampa di oggi si dà notizia della conclusione di un lavoro faraonico portato a termine a 40m nel sottosuolo di Londra: iniziato nel 2012, nel 2017 consentirà una tube.

Possibile che non vi sia un punto intermedio?

Non vi è dubbio, ormai, che con la crisi economico-finanziaria iniziata convenzionalmente dal fallimento Lehman Brothers (settembre 2008) è iniziato un processo di profonda trasformazione geopolitica dell’Occidente, della Cina, dell’India, dell’America Latina che coinvolge automaticamente il Resto del Mondo.

Automaticamente, dico, perché l’Internet a disposizione del mondo che lo utilizza (esclusa ovviamente l’Italia, ove i Comuni si fregiano del titolo di smart city senza saperne il significato) e quindi anche dell’Isis (come si potrà osservare nella trasmissione di Formigli di lunedì prossimo) sta modificando radicalmente il modo di porre e di proporre le questioni sociali, politiche e religiose e quindi la `questione della guerra’ cioè la `questione del Potere’ illiberale.

E l’Italia, per certi aspetti simile più alla Grecia che alla Spagna, riuscirà a reperire una classe dirigente giovane che produca riforme adeguate, modernizzazioni, in grado di fermare il declino? Oppure diventerà il museo della Romanitas e del Rinascimento, come la Grecia è ridotta a museo della nostra civiltà?

I risultati delle ultime elezioni non lasciano presagire nulla di buono.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: