Iniziate le manovre per frenare la riforma delle Popolari

Come accadde alla fine degli anni 80 per la riforma delle Casse di Risparmio, il giorno dopo la promulgazione della legge di riforma delle Popolari i frenatori si sono messi all’opera. In questa caso il nostro eroe è tale Baretta, sottosegretario all’Economia (da VeneziePost di oggi):

Banche popolari in spa, Baretta apre alle richieste di Zonin
DI FEDERICO NICOLETTI

Popolari, Baretta apre alle richieste di Vicenza. È già nella fase due la partita delle banche popolari, all’indomani della trasformazione in legge del decreto che obbliga le maggiori a diventare spa. Riforma epocale, che apre scenari inediti. E l’altro ieri è venuta la richiesta al governo del presidente di Banca popolare di Vicenza, Gianni Zonin, di una norma che attutisca la portata della rivoluzione. Recuperando il progetto originario di Vicenza di una trasformazione con lo scorporo della spa bancaria da una fondazione cooperativa, che resterebbe socia – di minoranza, ma rilevante – della banca. «Mitigherebbe – ha detto Zonin – il risentimento dei soci per la ruvidezza del decreto». Appello rivolto in prima battuta al sottosegretario all’Economia, Pier Paolo Baretta, che aveva seguito per il governo la conversione del decreto alla Camera. E che aveva aperto ad un secondo tempo di discussione sulla governance delle nuove spa. Linea confermata dal sottosegretario: «Il tema non va fatto cadere. Dichiaro la disponibilità a parlarne». Baretta approfondisce: «Non era compito del decreto affrontare il nodo. Adesso il decreto è legge. Si può discutere di come queste banche possano mantenere i legami coi territori». La corsia, per Baretta, resta agganciare le novità alla norma che dovrà trasformare in legge l’autoriforma delle Bcc. Da più parti si temono però veti di Bce e Bankitalia. «Non credo: interessava la trasformazione in spa – replica il sottosegretario -. C’è la proposta cooperativa di Vicenza, a cui aggiungo l’idea di una public company territoriale con i soci in un patto di sindacato, o di sfruttare il modello duale. Una discussione aperta, generale e con più ipotesi, credo meriti di esser fatta. Per intanto però vedo urgente la trasformazione in spa». Intanto i cantieri delle popolari sono aperti. Ieri Veneto Banca ha chiuso la vendita del 55% di Banca Ipibi. E da Banca popolare di Vicenza è arrivata la conferma dell’approvazione, nel cda dell’altro ieri, del Piano industriale 2015-’19. «Evidenzia la capacità di esprimere in autonomia un’adeguata redditività, già da quest’anno», sostiene il presidente Zonin. «Siamo convinti di raggiungere gli importanti obiettivi prefissati», aggiunge il consigliere delegato, Samuele Sorato. Un piano predisposto in ottica stand alone che prevede conti in utile già nel 2015 (non sono state rese note stime). Gli utili salirebbero a 201 milioni nel 2017 e a 313 nel 2019. L’accento operativo si orienta su private banking e risparmio gestito, su cui si concentra l’espansione dei ricavi (+9,8% la crescita media annua delle commissioni nette tra 2014 e 2019), mentre il credito aumenterà a ritmi più contenuti (+2,6% l’anno tra 2014 e 2019). La banca parla di «outsourcing dei crediti deteriorati», facendo pensare a piani di vendita. Altro obiettivo: la conquista di 250 mila nuovi clienti al 2019, salendo a 1,6 milioni. L’altro tema è il contenimento dei costi. Il piano dichiara di voler scendere a un rapporto costi/ricavi al 56,6% nel 2017 e al 50,6% nel 2019. Il valore 2014 è al 61,1%. Per ora indicazioni su come ci si arriverà (se ad esempio con chiusure di sportelli) non ne arrivano. E forse proprio questo sarà uno dei temi d’interesse dei prossimi mesi.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: