Dove vanno i soldi dell’eurozona?

Per avere un’idea dell’utilità dell’Eurozona, basta osservare (clic sull’immagine) la destinazione settoriale dei 925bn di € disponibili per il periodo 2007-2013 a favore di coloro che li richiedono: certo, bisogna fare un po’ di fatica, negoziare, addurre ragioni e progetti, ecc. Allo stato, sono ancora disponibili circa 90bn. L’Italia, uno dei Paesi meno attivi in materia, può oggi fruire di un Governo impegnato a spingere in questa direzione. Ci si augura un maggiore impegno del Paese per il prossimo periodo (2014-2020). Per saperne di più

Annunci

2 commenti

  1. Inviato giugno 2, 2012 alle 8:37 am | Permalink | Rispondi

    Proprio così… ma è più semplice sparare idiozie.

    Mi piace

  2. Inviato giugno 1, 2012 alle 9:46 pm | Permalink | Rispondi

    Questo articolo me ne ricorda un altro di Sergio Rizzo di quasi un anno fa (http://www.corriere.it/economia/11_agosto_19/rizzo-scandalo-fondi-ue_93aa21c6-ca32-11e0-9ddb-a6b1d988da8e.shtml) dove già si denunciava un scarso utilizzo dei fondi (a mio modo di vedere uno scandalo, soprattutto in questo momento). Il vero problema secondo me è sempre legato all’informazione che viene data al riguardo, che ora è ancora vittima di questo populismo anti-europeo utilizzato dai più furbi per raccogliere consensi e voti. Bisognerebbe decisamente informare il cittadino medio al riguardo al fine di rincominciare quel cammino cui hanno dato inizio i padri fondatori della Ue (v. Jean Monnet), instillando di nuovo quel senso di unità e di solidarietà che ci ha quasi sempre contraddistinti. L’Europa non chiede solo il rigore ma agevola anche la crescita e l’occupazione con l’fesr e il fse, e bisogna iniziare quindi, dopo l’ultima noiosa valanga di slogan, ad attivarsi per accedere a tali fondi. La politica al fine di rinnovarsi potrebbe partire da questi profili proponendo qualcosa al riguardo (dato che il problema in cui incorrono le riforme da loro prospettate è sempre il solito: la scarsità delle risorse), dando qualche segnale di cambiamento rispetto alla strategia degli sprechi cui siamo purtroppo abituati.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: