La manovra italiana 2011-2013

La manovra di cui si discute in questi giorni si riassume nei seguenti termini (dati in mld):

AUMENTI ENTRATE 10,0
di cui: Lotta all'evasione 9,0
Entrate extra tributarie 1,0
DIMINUZIONE DI SPESA 15,0
di cui: Trasferimenti a Regioni ed Enti Locali 8,5
Spese dei Ministeri 2,0
Stipendi e Pensioni 4,5
TOTALE MANOVRA 25,0

Come si può osservare si tratta in realtà di un piccolo assaggio di quanto dovrà accadere in un prossimo futuro: i 9 mld di lotta all'evasione, infatti, sono una stella filante. Anche se si è conclamato che si può limare all'interno delle diminuzioni di spesa, restano da reperire quel bel po' di denari che non verranno dalla lotta all'evasione.

Così al popolo sovrano verranno messe le mani in tasca non tanto dal Governo (solo per 4,5mld) ma per interposta istituzione locale, quali sono le Regioni e gli Enti locali che dovranno ridurre a loro volta le spese o aumentare le entrate. Potrebbe, questa, essere una forma di federalismo fiscale: essa però impone una indiscriminata maggiore responsabilizzazione nella spesa locale perché si taglia orizzontalmente e senza discriminare gli Enti virtuosi dagli altri.

Un bel risultato dopo tante parole spese per dire che la crisi era una fantasia, che il federalismo fiscale avrebbe sistemato tutti gli spreconi, che le tasche degli italiani erano salve, ecc., ecc.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: