Borse e fine crisi

Germogli
I ‘germogli verdi’ che si osservano nelle Borse segnalano che abbiamo toccato il fondo?
Credo si debba tenere conto che se da un punto di vista formale i bilanci societari sono stati ‘salvati’ dal cambio delle regole, la sostanza non è invece cambiata: gli attivi deteriorati rimangono tali ed è noto che più passa il tempo, più il loro peso relativo si riduce.
Una buona dose di inflazione (la tassa più iniqua), accompagnata da interventi compiacenti degli Stati a favore dei creditori (bad bank, bad company, ecc.), faranno il resto. Così tutto tornerà apparentemente ‘in regola’: cioè le economie forti si rafforzeranno maggiormente e quelle deboli si deterioreranno maggiormente.
Nel frattempo il Bel Paese se la gode.
In proposito, utile leggere il circostanziato intervento di Emiliano Carluccio.

Annunci

6 commenti

  1. Inviato giugno 17, 2009 alle 12:21 pm | Permalink | Rispondi

    Sarebbe dunque utile capire quali comparti dell’economia andrebbero prevalentemente lasciati al ‘mercato’ e quali andrebbero prevalentemente lasciati allo ‘Stato’.
    Ma c’è in giro qualcuno che affronta questo tema? No, perché altrimenti si dovrebbe discutere sul serio e prendere posizione (sui Fondi pensione, sull’Alitalia, sul Gas, ecc.): invece apriamo una bagarre sulla CSM, sulla pantomima dei tavoli prefettizi, ecc., ecc.

    Mi piace

  2. Inviato giugno 17, 2009 alle 11:24 am | Permalink | Rispondi

    Appunto …

    Mi piace

  3. Inviato giugno 17, 2009 alle 9:36 am | Permalink | Rispondi

    Il provvedimento sulla CSM è una buona idea o è uno smottamento verso il dirigismo?
    L’intervento dei Prefetti è una buona idea o uno smottamento?
    Facciamo il mercato partendo dai Fondi pensione?

    Mi piace

  4. Inviato giugno 17, 2009 alle 8:20 am | Permalink | Rispondi

    L’articolo di Emiliano Carluccio è molto chiaro e, quindi, utile. Ma la variabile critica, decisiva, verso il bello o verso il brutto, potrebbe essere anche in questo periodo quella politica. Un provvedimento storto … uno smottamento … o, al contrario, una buona idea … una buona comunicazione misurata … potrebbero causare accelerazioni inaspettate.

    Mi piace

  5. Inviato giugno 15, 2009 alle 11:48 am | Permalink | Rispondi

    Debole, forte… rispetto a cosa e a chi?
    Abbiamo un debito molto elevato e non abbiamo armi per imporre a nessuno di rinnovarci il credito.

    Mi piace

  6. anonimo
    Inviato giugno 8, 2009 alle 10:35 pm | Permalink | Rispondi

    E la nostra è un’economia debole o un’economia forte??? Bel dubbio…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: