Il rapporto Debito/PIL in Italia

Il Programma di Stabilità e Crescita italiano, presentato nel febbraio 2009, analizza fra l’altro la sensitività dell’indebitamento netto e del debito pubblico rispetto al PIL, ipotizzando due scenari.
Prendendo a base lo scenario per il 2009, si simulano due possibili evoluzioni a seconda che la crescita del PIL reale sia superiore o inferiore dello 0,5% anno su anno.
A seconda della dinamica della crescita del PIL si hanno effetti sull’avanzo primario e quindi sull’evoluzione del debito (condizionato dalla spesa strutturale e da quella ciclica) e quindi sull’ammontare degli interessi da pagare.
Come si può vedere dal grafico che segue è augurabile una crescita che garantisca il ritorno a un deficit al di sotto del 3% del PIL a partire dal 2010.

IndNetto:PIL
Analogamente, il grafico che segue illustra che una maggiore crescita garantirebbe il ritorno ad un rapporto Debito/PIL al di sotto del 110% a partire dal 2010.

D:PIL

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: